L’elezione di Trump a presidente Usa era prevedibile: i media hanno sbagliato

“La vittoria di Trump è Storia”

I giornalisti e i media americani dicono: “Trump a sorpresa ha vinto”. In realtà Trump non è affatto una sorpresa. Ma i media, influenzati dal mood del momento, non sono riusciti a fare il loro lavoro, drogati, probabilmente, da exit polls fatti male.

Ma chi ha sbagliato e perché?!

Punto di partenza di questa analisi sono gli exit poll. La previsione del voto su base di sondaggi non è una scienza perfetta. Come vengono presi i sondaggi, generalmente? Ci si attacca al telefono e si comincia a chiedere: “Per chi voterebbe lei”?. E chi fa questi sondaggi? Dei super esperti di statistiche? Chi raccoglie le risposte? Forse sono stagisti sotto pagati che se ne fregano e scrivono quello che vogliono?!

Oppure si usano i big data. Certamente le analisi dei comportamenti degli elettori sulla base di cosa condividono e twittano è sicuramente utile. Tuttavia sorge spontanea la domanda: quanti tra i votanti di Trump sono “social”? La “pancia” dell’America non è tecnologicamente così avanzata. Al contadino o all’operaio medio di andare a dire su Twitter o Facebook cosa ha votato non interessa nulla. Interessano le sovvenzioni per la soya o il sussidio alla disoccupazione se la sua fabbrica viene trasferita in Cina. Quelle persone non si fanno il problema di rispondere al telefono per dirti: “Sì, ho votato Trump”. Quindi con un fenomeno come Trump (esempio simile lo troviamo con la Brexit) c’è una massa silenziosa di scontenti che vota fuori dai radar.

Ci sono poi i media. Essere politicamente corretti fa quasi sempre bene. Quindi molti giornalisti sicuramente hanno preferito vincere facile e, sempre basandosi su exit poll “affidabili”, dare la sponda alla Clinton. Dopo tutto diciamocelo: se io sono un giornalista, con l’aria che tira nelle redazioni (aria di tagli e licenziamenti) con i robo-giornalisti che migliorano sempre più le pubblicazioni tecniche, chi me lo fa fare di rischiare una figuraccia e magari il posto di lavoro suggerendo che possa vincere Trump.

I governanti del mondo. Dove gli spin doctor o gli analisti geopolitici di questi governanti hanno bisbigliato sino all’ultimo ai loro capi politici che Clinton avrebbe vinto sicuramente,

Probabilmente dopo non aver previsto la Brexit, non aver previsto Trump, molte persone che “scrivono e analizzano” dovrebbero farsi un serio esame di coscienza e cambiare lavoro.

Content retrieved from: http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/11/09/lelezione-di-trump-a-presidente-usa-era-prevedibile-i-media-hanno-sbagliato/3179712/.